Ying o Yang?

Cosa ne pensa la vostra pelle del lockdown?
Aspettatevi una risposta chiara, diretta, ed evidente. Si perché la pelle risponde, da tessuto intelligente qual è non lascia al caso un colorito asfittico, un rossore di troppo o qualche brufoletto inaspettato.
L’attenzione stagionale del metodo Ad Personam tiene conto proprio della cute in presenza di cambi di temperatura, umidità, ma anche umore, permeabilità cellulare, morfologia, abitudini e così via.. E cos’è questa se non una fase (transitoria) di cambiamento?
Dividiamoci in gruppi e scopriamo che succede!

Gruppo A. HO BRUFOLI CHE PRIMA NON AVEVO! – Ipotesi YANG
Niente Panico! Il brufolo è dato dall’infiammazione del follicolo pilifero, e può presentarsi come papula sotto cutanea o acne (lieve o grave), può avere diverse cause, tra le più comuni troviamo quella ormonale, l’alterazione del ph con eccessiva produzione di sebo, o alterazioni dovute a sovraccarico di lavoro epatico. Nella MTC (medicina tradizionale cinese) l’insorgenza dei punti in cui si sviluppano i brufoli sono collegati a meridiani che rappresentano l’energia (Qi) di diversi organi.
Interessante vero?
I brufoli del sottomandibolare sono tipici dell’ovaio in fase preciclo, solitamente con tendenza a microcisti che spariscono in qualche giorno mentre sulle guance troviamo corrispondenza a fegato e intestino tenue, attenzione alla cornice frontale e collo (parte dell’angulus sotto l’orecchio) tipiche zone da stress, solitamente più piccoli e infiammati!
Consigli pratici – Occhio agli zuccheri, specialmente al lattosio, responsabile delle alterazioni sebacee, si a infusi o decotti di finocchio, verbena o tarassaco ottimi alleati!
Consigliati come prodotti lozioni e creme depuranti da utilizzare alternando alla crema che stai utilizzando per la stagione! Così facendo asseconderai questa fase lavorando sull’infiammazione ma non dimenticando la tua matrice!
Cambia spesso asciugamano e federa, in modo che la proliferazione batterica esterna sia ridotta al minimo!
E’ solo una fase!
GRUPPO B. LA PELLE TIRA! – Ipotesi YING
Quando la pelle tira dovete immaginarla come un bambino che vi tira il braccio perché non vuole fare i compiti. E’ un campanellino che non va assecondato! C’è sicuramente qualche carenza:
Beviamo a sufficienza? Utilizziamo la giusta cosmesi? L’idratazione è pur sempre interna ed esterna!
A volte anche carenze lipidiche influiscono sull’elasticità cutanea! In questo caso i grassi buoni ci aiutano, specie se parliamo di equilibrio Omega 3 – Omega 6, dunque uno sguardo all’alimentazione, e l’altro alla beauty routine.
Altri casi sono dati da maschere che seccano, NO ad argille che asciugano (troppo), piuttosto sentiamoci e troviamo una soluzione!

GRUPPO C – MI SENTO FORTUNATA!
Questo è il caso in cui la pelle non ha avuto nessun tipo di squilibrio. Bene così!
Ricordiamo che l’equilibrio è dato da un insieme di fattori, che fanno parte di questa macchina complessa e straordinaria, e come disse Jim Rohn “Prenditi cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui vivrai per il resto della tua vita”!

A presto!
Giulia Bussoni
Consulente Eubiotica – Ad Personam

Call Now Button